Home

Home
Home 2017-08-10T06:48:30+00:00

Il sistema BodyTalk

 Il BodyTalk è un sistema di trattamento complementare  che tramite un check muscolare e l’utilizzo di un protocollo, permette di determinare gli elementi del nostro sistema che necessitano un bilanciamento. Agisce sul sistema di convinzioni ‘inconscie’ della persona aiutando nel tempo a cambiare abitudini, posture e schemi di pensiero negativi. Nella sessione vengono portati alla luce una sequenza di legami tra la varie parti del corpo. Questa sequenza attivata attraverso un picchiettio crea una frequenza o campo morfogenico che interagisce con il nostro sistema favorendo il bilanciamento  e la comunicazione tra le parti del corpo che risultano più deboli.

Ho iniziato a studiare il Body Talk nel 2013 in Inghilterra con Karen Best e Sylvia Muiznieks. Sono affascinato da questa modalità la cui filosofia onora la mia mente razionale che desidera sempre una giustificazione logica ma che contemporaneamente mi stimola richiedendo l’integrazione della parte intuitiva. Quando i due emisferi destro e sinistro del cervello agiscono in modo coordinato si lavora in ‘zona’ e le sessioni diventano efficaci. Sono stato attratto a questa disciplina per migliorare alcuni aspetti della mia salute e per l’affascinante mondo che si apre quando la medicina orientale incontra in modo armonioso la nostra medicina tradizionale. Body Talk costituisce infatti il ponte tra questi due mondi con filosofie completamente diverse.
Il protocollo ( la parte razionale del metodo) e il biofeedback muscolare che ci permette di accedere alla parte intuitiva ci guidano alla costruzione della successione di legami che nella terminologia del BodyTalk si chiamano ‘formula’. Tali legami seguono una sequenza che rispetta le priorità della persona in quel particolare momento.

Il mio background è la laurea in ingegneria nel 1997, una carriera lavorativa iniziata in una azienda manifatturiera, poi al controllo di gestione di una azienda sanitaria nella quale sono ancora collaboratore e un periodo a Bruxelles in uno dei principali istituti europei di promozione alla salute (EuroHealthNet). Dal 2011 sono docente a contratto di informatica nella facoltà di medicina Università di Padova.
Nel 2015 durante un periodo di aspettativa di 6 mesi mi sono spostato in Canada per frequentare altri corsi di BodyTalk, ottenere il diploma di Body Talk e praticare a tempo pieno questa disciplina. Nello stesso anno ho ottenuto il diploma di Bio-Naturopata

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Sottoscrivendo alla newsletter puoi richiedere una seduta demo gratuita. Se sei distante la sessione verrà svolta in modalità ‘Remota’ e ti verrà inviato il file o la registrazione della sessione

Nel Mese di  Agosto  Sabato e Domenica pomeriggio Sessioni individuali dimostrative di circa 30′ gratuite per scoprire il BodyTalk.

Località Malga Foraoro comune di Caltrano

Domande Frequenti (FAQ)

Le sessioni di BodyTalk sono semplici, sicure e rilassanti. Il cliente rimane vestito ed è comodamente sdraiato su un lettino da massagio. In genere una sessione di BodyTalk dura dai 30 ai 60 minuti. La sua lunghezza non è indicativa della sua qualità o del risultato che ne conseguirà: anche le sessioni più semplici e veloci possono generare effetti molto profondi.

Prima dell’appuntamento ti viene inviato un questionario che potrai compilare e portare con te. All’arrivo avrai la possibilità di discuterne le informazioni con maggiore dettaglio. Dopo l’iniziale discussione ti verrà chiesto di sdraiarti sul lettino da massaggio volto in su, completamente vestito. Il praticante userà il tuo braccio per ottenere le risposte ‘si’, ‘no’ usando il test muscolare. Questo non è un test che richiede di opporre resistenza, è una tecnica gentile che funziona sia da svegli o addormentati.
Il praticante userà il test muscolare in congiunzione con il protocollo di bodytalk per formulare le domande al ‘corpo-mente’ allo scopo di localizzare i disequilibri, che sono prioritari per te nel momento della sessione. Come il processo prosegue il praticante ti spiegherà le priorità che necessitano il bilanciamento. Una volta che esse vengono rilevate vengono impiegate tecniche specifiche che in alcuni casi ti richiederanno di tenere con leggera pressione alcune parti del corpo mentre il praticante esegue il leggero tapping sulla testa e cuore per pemettere al corpo di ristabilire la comunicazione tra i vari elementi della formula

Ogni persona è unica. Alcuni clienti sperimentano la scomparsa del sintomo durante la prima seduta o non molto tempo dopo. Altri richiedono più sedute per vedere i risultati desiderati.
Il numero di sessioni dipenderà inoltre dalle aspettative individuali riguardo la propria salute.
Alcuni cercano un sollievo per un sintomo specifico, altri invece sono interessati al quadro d’insieme e non appena ricevono un sollievo per un problema notano che altre aree desiderano migliorare e quindi decidono di continuare con successive sessioni.
In alcuni casi, se nel percorso della vita di una persona la malattia è una tappa obbligata la sessione di Bodytalk potrà sembrare che non dia i risultati sperati. Tuttavia i benefici possono essere percepiti ad un altro livello ad esempio notando un atteggiamento diverso verso la malattia.
Comunque attraverso il test muscolare il tuo sistema corpo-mente indicherà quando la seduta è terminata e se sono richieste sedute successive. Potrai decidere se fermarti o continuare.

Body talk agisce sinergiamente con altri trattamenti inclusi la medicina tradizionale.
La sessione di BodyTalk spesso aiuta il tuo corpo ad accettare i farmaci e aumentarne la loro efficacia.
Se la risposta al farmaco migliora potresti aver bisogno di ridurne il dosaggio. Tale scelta deve essere presa in accordo con il proprio
medico curante

Il costo dipende dall’esperienza del praticante
La sessione con Enrico costa 50 € e dura circa 1 h

Occasionalmente ti viene assegnato qualche compito nella forma di tapping per alcuni minuti al giorno. Questo aiuta a processare la sessione.
C’è inoltre un seminario chiamato access della durata di un giorno che puoi frequentare.
Imparerai 5 tecniche e se avrai la costanze di applicarle giornalmente per la durata di circa 10 minuti noterai un beneficio in molte aree della tua salute.
Inoltre le sessioni di BodyTalk potranno agire ad un livello più profondo essendo i principali aspetti come l’idratazione, la chimica del corpo, il bilanciamento dell’emisfero destro e sinistro già trattati con la routine giornaliera.

BodyTalk in 2 minuti

Tapping

La tecnica della corteccia

L’innata saggezza del corpo

BodyTalk si basa sul principio che il corpo è in grado di guarire se stesso ad ogni livello, come si può  constatare durante il processo di guarigione  automaticamente innescato quando una persona si taglia un dito o si torce una caviglia. Esso è parte dell’intelligenza innata della persona, o della “saggezza innata” usando la terminologia del body talk. La “saggezza innata” guida tutte le funzioni del sistema corpo-mente, sincronizza tutte le attività cosi come mantiene l’equilibrio o l’omeostasi all’interno del nostro sistema.

I circuti energetici e la comunicazione

Ogni singola cellula, atomo e i sistemi del corpo sono in costante comunicazione tra di essi. L’interazione avviene attraverso il sistema nervoso, il canale dei meridiani, il campo elettromagnetico tuttavia lo stress o altre circostanze che viviamo nella nostra vita quotidiana possono compromettere questi circuiti indebolendone o distruggendone la comunicazione.

BodyTalk aiuta a ristabilire queste comunicazioni in modo veloce ed efficace e di conseguenza l’intero nostro sistema corpo-mente ne trae beneficio. Questo processo è testimoniato dalla velocità con la quale alcuni sintomi scompaiano dopo alcune sedute.

In Body Talk non si parla di diagnosi, piuttosto la sua filosofia è determinare la successione di legami che necessitano sincronizzazione e miglioramento nella comunicazione.
Una volta bilanciati la saggezza innata del corpo sarà in grado focalizzarsi sullo specifico sintomo e stabilire risultati duraturi. Ogni sessione è unica anche se due persone arrivano con gli stessi sintomi.

ancora da tradurre
One of the core philosophies of the BodyTalk System is that all disease found in the body is reflected in the brain at some level. As an example, if there is a neurological connection in the brain that is mis-wired or disconnected, then there will be a corresponding reflection in the bodymind complex in the form of a physical, mental, bio-chemical or other malfunction. One of the main goals of BodyTalk is to balance communication between the two halves of the brain, as well as within all levels of brain function. Improving this communication can quickly and easily address many common issues, as well as improve brain function and memory overall. The BodyTalk Cortices Technique is one of the most powerful techniques within the system, and has been made available to the general public so that you can start feeling better and more balanced TODAY

Noi umani attraverso i nostri sensi siamo sensibili ad una piccola porzione dello spettro delle frequenze e conseguentemente ci risulta difficile percepire le variazioni di frequenza del nostro corpo in risposta alla seduta di BodyTalk. Tuttavia se potessimo fare la seduta in presenza di animali come cavalli e cani potremmo immediatamente verificare che il cambiamento introdotto dalla seduta è in atto perchè essi percepiscono le energie sottili e a modo loro ci segnalano quando la seduta è completa e il nostro cervello ha recepito le connessioni da ristabilire.
La notizia positiva è che non dobbiamo essere consapevoli di queste energie sottili perchè la sessione abbia effetto. Il cervello attua in cambiamenti a livello subconscio.
Dimostrare scientificamente cosa accade e rilevare le frequenze introdotte nella sessione sarebbe comunque importante per attivare maggiormente l’effetto placebo.
Mi servivo degli animali in particolare dei cavalli mentre lavoravo in un centro benessere in Canada dove erano utilizzati come indicatori della sessione di BodyTalk. Tuttavia non è sempre possibile e pratico l’utilizzo degli animali e quindi utilizzo uno strumento brevettato da Heartmath che misura la variazione di frequenza cardiaca.
Non è un banale misuratore di battiti ma riesce a misurare la coerenza cardiaca e a valutare il bilanciamento tra sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Rileva quindi l’indice di stress del nostro sistema.

La frequenza cardiaca (heart rate) è definita come il numero medio di battiti cardiaci al minuto. In realtà, il tempo che passa fra un battito cardiaco e l’altro non è costante, ma cambia continuamente. Ciascuno di noi presenta una naturale variabilità della frequenza cardiaca in risposta a fattori quali il ritmo del respiro, gli stati emozionali, lo stato di ansia, stress, rabbia, rilassamento, pensieri, etc. In un cuore sano, la frequenza cardiaca risponde in maniera rapida a tutti questi fattori, modificandosi a seconda della situazione, in modo che l’organismo riesca ad adattarsi nel miglior modo possibile alle diverse esigenze che l’ambiente continuamente ci sottopone. Un individuo sano mostra un buon grado di variabilità della frequenza cardiaca, che si traduce in un buon grado di adattabilità psicofisica alle diverse situazioni che si possono presentare.
Lo studio della Heart Rate Variability (HRV) consiste nella misura ed analisi della variabilità della frequenza cardiaca, al fine di dedurre alcune importanti informazioni come il bilanciamento tra sistema nervoso Simpatico e Parasimpatico.
In particolare, il Sistema nervoso Simpatico, quando viene attivato, produce una serie di effetti quali: accelerazione del battito cardiaco, dilatazione dei bronchi, aumento della pressione arteriosa, vasocostrizione periferica, dilatazione pupillare, aumento della sudorazione. I mediatori chimici di queste risposte vegetative sono la noradrenalina, l’adrenalina, la corticotropina, e diversi corticosteroidi. Il sistema Simpatico è la normale risposta dell’organismo a una situazione di allarme, lotta, stress.
Al contrario, il Sistema Nervoso Parasimpatico (chiamato anche Attività Vagale), quando viene attivato, produce un rallentamento del ritmo cardiaco, un aumento del tono muscolare bronchiale, dilatazione dei vasi sanguinei, diminuzione della pressione, rallentamento della respirazione, aumento del rilassamento muscolare, il respiro diventa più calmo e profondo, i genitali, mani e piedi diventano più caldi. Esso agisce attraverso il tipico mediatore chimico acetilcolina. Il Sistema Parasimpatico rappresenta la normale risposta dell’organismo ad una situazione di calma, riposo, tranquillità ed assenza di pericoli e stress. Il nostro corpo, in ogni momento, si trova in una situazione determinata dall’equilibrio o dalla predominanza di uno di questi due sistemi nervosi.
La capacità dell’organismo di modificare il proprio bilanciamento verso l’uno o l’altro sistema, è molto importante ed è un meccanismo fondamentale che tende all’equilibrio dinamico dell’organismo sia dal punto di vista fisiologico che psicologico. Da ciò la grande importanza di avere oggi uno strumento scientifico come la HRV in grado di valutare lo stato relativo del sistema nervoso Simpatico e Parasimpatico.
Nata nel campo della cardiologia, grazie a numerosi studi scientifici la HRV negli ultimi anni ha mostrato la sua importanza come indicatore attendibile in diversi ambiti applicativi inerenti, ad esempio, la psicofisiologia, la psicologia, la psichiatria, la psicoterapia, la medicina olistica, la medicina dello sport, e le applicazioni risultano tutt’ora in aumento.

Benefici della tecnica della corteccia

  • Bilancia il sistema simpatico e parasimpatico. La nostra mente entra così in modalità di rilassamento favorendo i meccanismi di autoguarigione

  • Migliora le funzioni cerebrali e la chiarezza mentale

  • Migliora la comunicazione tra l’emisfero destro e sinistro del cervello

  • Migliora il senso di rilassamento e benessere

  • Aiuta a gestire le situazioni di stress

  • E’ di supporto alle sessioni di BodyTalk